Settimana Uno: ayearwithmyself.com: Santa Madre Pelo

Spazi Liminali

da Patti Digh

Quali spazi sono in piedi tra voi? Ora, e poi? Qui e là? Insieme, e rotto?

Ora immaginate quegli spazi come bar trapezio: che cosa ci vorrebbe per gettare il cuore oltre le sbarre e lasciate che il vostro corpo segue, come un trapezista veterano ha consigliato?

Amo gli spazi liminali, i divari tra. Lo spazio tra le barre di scimmia. Devi lasciar andare, pienamente, di un bar scimmia prima di poter afferrare il successivo.

Si no,  sei bloccati tra un grosso peso tirando giù le mani sul manubrio; hai perso slancio. Allora, cosa bar scimmia si spostano da e quali bar scimmia  nel 2012? allora da che bar sta venendo e che bar sta andando nell 2012?

Che cosa significa lo spazio nell mezzo? il sentire, il suono, sapore ha? E ‘sensuale, non vuota. E ‘la soglia, lo spazio tra, che contiene tutto il succo. Non il qui, o là, ma il non-non-qui e là.

Tu sei un trapezista – e il momento del rilascio prima di prendere il nuovo bar si chiama transizione. Questa zona di transizione è visto come un “non-cosa”, macredo che sia l’unica cosa reale e le barre sono illusioni sogniamo fino al fine di evitare in cui si verifica il vero cambiamento per noi. Noi non siamo atterraggio ma in volo.

Momento in cui non c’è niente da appendere al è il momento in cui siamo più presenti, più vive, più vulnerabile, più umano. Lasciate andare le barre di scimmia.Varcare la soglia. Essere un intenditore di paura.

Godetevi lo spazio tra. Volare.

ok. ecco le domande che ha proposto e il mio flusso di coscienza risposte …

una settimana: pelliccia madre Santo

“Quali spazi stai in piedi tra? Ora, e poi? Qui e là? Insieme, e rotto?

piedi uno al altro di antica pietra romana, pentimento con una penna rossa e nera, torti e diritti, zecche e x’s, una fitta nascita, un ponte tra il silenzio e il suono nitido di antiche, zanne vecchie del lupo dove ci sarà antenati ripetendo come un mantra indiano:

c’è un mistero signore bianco e nero per essere delicatamente tagliati fuori da forbici come stelle fatta da bambini per essere appesi sui sempreverdi alberi di Natale, c’è un regalo con l’apertura di un busta portando una lettera di morbido cotone da un lontano e il suono di strappando aprire la carta da imballaggio, il suono si trasforma in strappo i punti di un abito da sera portando l’unica ragazza che volutamente portare l’acqua ad essere volutamente rovesciato sul pavimento dove si trova la ragazza il cui unico desiderio di essere sporchi nella sua sporcizia e propria acqua riceverà il bagno sacro trasparente dal sole. quest’acqua avrà di piovere e far crescere la sua esemplare molto personale di fiore chiamato rosso peccato suono ella. dentro e fuori sopra e sotto a diventare 360 ​​gradi di carta e inchiostro, suono e silenzio, e sole e la notte scura tutti insieme. in un letto di fiori che si trovano con lui, con 2 cavalli bianchi, che è stabile, in grado e il motore di tutti i doni naturali dato alle ragazze che siedono tra la terra sotto gli alberi di natale e le stelle immessi sul  coronare sul tutto.

Ora immaginate quegli spazi come bar trapezio: che cosa ci vorrebbe per gettare il cuore oltre le sbarre e lasciate che il vostro corpo segue, come un trapezista veterano ha consigliato?

calore e acqua eterna. inondazioni che avevano colpito in tutti gli angoli della terra dove ciò che è unoah diventerà solo ora. dove piangere i perni saranno penetrare il calore delle cuciture all’interno di un abito superfluo e tutto sarà lasciato fuori a farsi sentire come la pelle, la carne, parola e la bocca. dove gli uomini di montagna invierà luv me lettere data dal mare -uomini che mi diceva di ricevere la scatola di vetro riempito con 3 cose: inchiostro, carta, un microfono. si muoveranno le mani come ballerine e muovere i fianchi come africani al movimento del fiume eterno a scendere giù giù fino alla mia penna o ricevere il corpo di Michelangelo, sanguinosa e dura come la roccia, con l’inferno microfono invio di angeli santi canti sacri cantati da lui a lei.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s